Guide

Come scegliere uno Zaino Porta Bimbo

La scelta di uno Zaino Porta Bimbo non va sottovalutata e richiede la massima attenzione, soprattutto per capire bene le proprie esigenze e fare una scelta consapevole. Questa fase è fondamentale perché non esiste uno zaino che sia perfetto universalmente per tutti.

Uno dei primi criteri presi in considerazione è certamente quello economico. Questo, tuttavia, può essere fuorviante e portare alla scelta di un prodotto economico, ma realizzato con materiali scadenti e con un manodopera non particolarmente accurata.

Il risultato sarà quello di mettere a rischio la sicurezza del bambino con la possibilità anche di causare seri danni alla schiena.

Se hai bisogno di uno zaino da utilizzare in montagna, raccomando di limitare la scelta ai marchi specializzati in attrezzatura da montagna, ma che producono anche materiale per bambini.

Affidandoti ad un brand specializzato solo su prodotti per la montagna, ma non per bambini, è che ci si ritrovi con un prodotto scarsamente adatto ai piccoli utenti a causa della scarsa conoscenza delle esigenze di questi ultimi.

Prendendo in considerazione questi suggerimenti è probabile che ti ritroverai a selezionare uno zaino porta bambino non propriamente economico, ma, d’altro canto, potrai contare su un prodotto di ottima qualità che, con ogni probabilità, durerà più a lungo.

 

Perché scegliere uno zaino portabimbo?

Una delle domande che potrebbero affiorare più facilmente riguarda i motivi per i quali bisognerebbe privilegiare la scelta di uno zaino su un marsupio porta bimbo o delle fasce porta bebè.

Tra le prime ragioni mi viene in mente una maggiore possibilità di utilizzo. Infatti uno zaino porta bimbo può essere adoperato per più tempo potendo sopportare un peso maggiore rispetto ai prodotti alternativi.

Da considerare è anche la maggiore versatilità rispetto ad altri prodotti come il passeggino. Questo perché uno zaino porta bebè può essere impiegato anche laddove non è possibile arrivare con le ruote come ad esempio strade sconnesse o scalinate.

Inoltre lo zaino risulta più facilmente trasportabile, ed eventualmente riponibile in caso di non utilizzo, nonché più assicura una maggiore comodità e sicurezza del bambino.

Lo zaino si rivela maggiormente indicato, rispetto ad altri prodotti con lo stesso scopo, per coloro i quali hanno una maggiore attitudine a viaggiare perché di dimensioni contenute e pertanto adatto per i voli con compagnie che stabiliscono limiti molto restrittivi sugli ingombri dei bagagli.

 

Cosa devi considerare nella scelta dello zaino?

Qua di seguito riporto alcuni degli elementi di cui bisogna tener conto nella scelta di uno zaino porta bimbo:

  • L’età del bambino: se al di sotto dei sei mesi, si rivela più adatto l’utilizzo di un marsupio per non compromettere il processo di conformazione della colonna vertebrale;
  • Il peso dello zaino;
  • La portata massima di peso;
  • Qualità di costruzione: L’imbottitura è fondamentale sia per il bambino che per le spalle del genitore, così come i materiali di costruzione e i criteri (un intelaiatura rigida in alluminio può determinare una sensibile riduzione del peso);
  • Comfort e sicurezza: lo zaino dovrà essere regolabile sia nella seduta che nella lunghezza degli spallacci. Mentre l’imbottitura e la cintura dovranno assicurare l’incolumità del bimbo;
  • Trasportabilità e Versatilità. Se viaggi spesso è fondamentale acquistare uno zaino dotato della capienza necessaria per riporvi tutto quanto necessario per il bambino (es. pannolini), ma dovrà essere anche di dimensioni contenute per essere riposto facilmente. Inoltre, se lo zaino è dotato di optional, questi dovranno poter essere facilmente rimossi e applicati a seconda delle necessità.

Ti consiglio di leggere anche l’articolo su consigli sulla sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *